Arrestata a Milano con l'accusa di terrorismo internazionale

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Creato Venerdì, 26 Novembre 2021 18:50
Ultima modifica il Venerdì, 26 Novembre 2021 18:51
Pubblicato Venerdì, 26 Novembre 2021 18:50
Visite: 384
Bleona Tafallari, una diciannovenne italiana di origini kosovare, è stata arrestata dalla Polizia in un blitz a Milano. La ragazza è accusata di associazione con finalità di terrorismo. L’inchiesta è coordinata dalla Procura di Milano, che ha chiesto e ottenuto l'ordinanza di custodia cautelare dal Gip. Le indagini sono partite dalle segnalazioni di intelligence relative al marito della diciannovenne, un ventunenne miliziano di origini kosovare - legato alla cerchia relazionale dell'attentatore di Vienna, Fejzulai Kujtim. I due si erano sposati in Germania a gennaio con rito islamico. La donna, radicalizzata dall'età di 16 anni, fervente sostenitrice dello Stato Islamico, si era recentemente trasferita dal Kosovo a Milano, presso il fratello, pur rimanendo in costante contatto con il marito e con la diaspora kosovara di matrice jihadista. La giovane accusata di terrorismo internazionale partecipava all'organizzazione chiamata “Leoni dei Balcani”, che fa parte della più ampia associazione terroristica Stato Islamico. Svolgeva una funzione di proselitismo alla causa dell'Islam radicale nei confronti di ragazze kosovare anche minorenni. In particolare, lo scorso 24 febbraio, in una chat Telegram, prometteva a una interlocutrice sedicenne con cui reciprocamente si appellava come 'Leonessa' che le avrebbe trovato come sposo un 'Leone', un militante dei Leoni dei Balcani, con il quale morire da martire dopo un matrimonio 'bagnato dal sangue dei miscredenti'.  Bleona Tafallari custodiva nel cellulare delle immagini legate ad  alcuni "oggetti simbolo" dell'organizzazione terroristica come la bandiera nera con la scritta della testimonianza di fede e allo stesso tempo diversi video legati a scene di combattimenti, esecuzioni sommarie di infedeli con decapitazioni e incendi, scene di attacchi terroristici dei mujaheddin nelle città europee.
 
di Sofia Orrino e Matilde Orrino